2011 - Il Cloud

La P.A. trentina verso il Cloud


 2011 - Il Cloud


Possiamo considerare il 2011 come l’anno della consacrazione del Cloud, anno nel quale per la prima volta un colosso come Apple (alla Apple WorldWide Developer Conference del 6 giugno 2011 a San Francisco), decide di affidarsi a fornitori di Cloud (Amazon AWS e Microsoft Azure) per lanciare una serie di nuovi servizi SaaS (iCloud) basati sul cloud computing. iCloud permette la sincronizzazione automatica di dati, contatti, immagini e brani musicali tra i vari dispositivi dell'utente in modo automatico e trasparente.

Negli stessi anni le aziende e le pubbliche amministrazioni, cominciando ad esplorare con sempre maggior attenzione ed interesse, le opportunità di utilizzare alcuni servizi erogati da luoghi fisici che non corrispondono alle loro sedi, cioè non erogati dai CED o Data Center ricavati nei loro immobili, costruiti, gestiti, manutenuti ed evoluti da una specifica divisione ICT nell’organizzazione aziendale.

Le possibilità di non percepire la differenza di utilizzo di un servizio anche se non erogato da un luogo vicino all’utilizzatore, è resa possibile dalle reti ad alta velocità che si stanno sempre più sviluppando e che garantiscono una sorta di “effetto prossimità”: non devo essere in un posto per accedere alle opportunità/servizi di quel luogo, basta che, dal mio ufficio, da casa mia od in mobilità, abbia strumenti ed una connessione ad alta velocità.  

 La Provincia Autonoma di Trento emana delle linee guida: Data Center Unico per le Amministrazioni del Trentino - Linee Guida

.. alcuni punti nelle line guida ...

… la disponibilità di una rete a banda larga che sul territorio provinciale si sta estendendo capillarmente grazie alla infrastruttura in fibra ottica e alla copertura WiFi, è sicuramente un fattore abilitante all’utilizzo delle nuove tecnologie e dei nuovi modelli di business, quali il Cloud Computing (pag. 3/59)

… “Data Center Territoriale” non è da considerarsi solamente nella sua accezione fisica ma anche e soprattutto come un insieme logico di funzionalità, processi, organizzazioni e servizi. (pag. 5/59)

Si incomincia ad ipotizzare che, gli Enti possessori di Data Center, incomincino ad essere accompagnati in un graduale processo di accesso alla fruizione di servizi in Cloud, per diminuire nel tempo le singole risorse utilizzate, svuotando progressivamente i Data Center dei singoli Enti, sino ad una futura ipotetica chiusura.

 

Torna alla pagina precedente